Caccia al tesoro.

Questa sera ho fatto una visita al velodromo di Montichiari per sapere come si usufruisce del servizio per gli amatori.
La prima impresa è stata quella di trovare l'ingresso, visto che quelli destinati al pubblico in primo piano risultavano chiusi.
Grazie a tre ciclisti arrivati poco dopo ho preso la via per l'area interrata sul fianco destro,  cui si arriva attraverso un lungo scivolo.
Sul fondo si entra in un ufficio accettazione sulla porta del quale, campeggia un bel cartello di divieto di accesso.
Entro e vedo i tre pagare l'abbonamento alla pista con i loro borsoni contenenti l'abbigliamento specifico.
Chiedo alla signora se ho un altro ufficio a cui rivolgermi per avere le informazioni sul noleggio, ma lei mi rassicura di essere giunto nel posto giusto.
Mi dice che basta accedere negli orari specificati sul sito e per il noleggio occorre tutto l'abbigliamento più i pedali che verranno montati sulla bicicletta che noleggerete.
La signora mi invita a dare un occhiata alla pista cui si accede nell'ovale centrale, da cui si vedono gli atleti, una ventina in quel monento, pedalare tranquillamente sulle mestose paraboliche.  Per giungere all'impianto basta seguire le indicazioni per l'ospedale, con il quale divide il piazzale antistante.

Leggi tutto l'articolo