Caffè marocchino

Quando un semplice caffè non basta e la nostra pausa vuol essere più golosa ecco l'alternativa per eccellenza: il caffè marocchino.
Un vero sacrilegio buttarlo giù come si farebbe con un espresso, va gustato in tutta la sua cremosità e in ogni suo strato di sapore! Secondo Wikipedia il marocchino nacque ad Alessandria come evoluzione del “Bicerin de Cavour” (storica bevanda calda torinese) e a dirla tutta non è chiaro quale sia la ricetta originale: sono molte le varianti che troviamo nei bar, ma il denominatore comune è sempre quello della golosità! Ecco i passaggi per preparare un caffè marocchino: Sporcare la base di un bicchierino (rigorosamente trasparente per apprezzare gli strati!) con dello sciroppo al cioccolato Versare un caffè espresso Spolverare con cacao amaro Versare della schiuma di latte Spolverare ancora con il cacao   Il connubio di ingredienti semplici come caffè, latte e cioccolato rende golosa già di per sé questa bevanda che, grazie al gioco dolce-amaro degli strati, risulta ancora più sfiziosa per una pausa diversa dal solito, magari quando abbiamo bisogno di una dose in più d'energia!

Leggi tutto l'articolo