Cafoni del mare, ovunque in costume. La finiamo? E possiamo evitare i perizoma da spiaggia?

Statene più che certi: questo non è un post versione monsignor Della Casa, non sono ossessionato dalle buone maniere, dalle mode del bon ton, e dalla liturgia di come ci vi veste, sempre, in modo elegante.
Però sono anche convinto che etica ed estetica siano due parallele, destinate a non incrociarsi mai, ma a stare insieme nei nostri stili di vita.
In tutti i sensi, nel bene e nel male.Per avere un’idea di quanto sto dicendo, date un occhio a quello che vedete al mare in materia di costumi.
Allucinante.
Mentre la pubblicità riduce sempre di più qualsiasi mistero del corpo della donna, ne fa carne punto e a capo, come se tutte le donne fossero prigioniere di qualche ricatto sessuale, sulle spiagge abbonda un abbigliamento che unisce nella cafonaggine uomini e donne.Sia chiaro: ognuno è libero di vestirsi come meglio crede.
Non siamo in una caserma, e quindi se qualcuno preferisce alla pura e semplicità meravigliosa nudità di un corpo, gli ammiccamenti da pornoshop di un bikini da...

Leggi tutto l'articolo