Calciomercato - Pirlo: Non so se rimarrò al Milan!

Giornata storta per il Milan.
Prima la tegola Cissokho, quindi le dichiarazioni di Andrea Pirlo su un quotidiano irlandese.
Per la dirigenza non sembra proprio esserci un momento di pausa.
E i tifosi? Stanchi? Arrabbiati? O giustamente delusi? Andrea Pirlo è una persona che parla poco.
E come tutte le persone che parlano poco ogni sua parola prende una misura particolare.
Il regista bresciano ha rilasciato dichiarazioni preoccupanti al giornale irlandese Irish Indipendent.
"Penserò al mio futuro solo a fine stagione, però non so se continuerò a giocare nel Milan ", ha spiegato Pirlo, ammettendo la tentazione di seguire Carlo Ancelotti "E' possibile che possa tornare a lavorare con Ancelotti al Chelsea, è un grande allenatore, forse posso giocare di nuovo per lui.
Sono stato al Milan per tanti anni e forse è tempo per me di voltare pagina ed affrontare un nuovo capitolo della mia carriera".
Parole che sembrano anticipare un addio già deciso.
Anche lui? Si.
Il Milan sta perdendo tutti i suoi eroi.
I protagonisti di tante imprese indimenticabili.
Il ciclo è decisamente finito con la partenza di Kakà e Ancelotti e si concluderebbe definitivamente con il "bye bye" di Andrea Pirlo.
E come se non bastasse, tante le offerte anche per Rino Gattuso , ma il centrocampista calabrese al momento non sembra prendere in considerazione alcuna ipotesi.
E vorrebbe restare anche Massimo Ambrosini, in scadenza di contratto il prossimo anno e capitano in pectore designato dal presidente Berlusconi.
Ma nemmeno l'incontro odierno tra il suo agente e la dirigenza ha sbloccato la trattativa per il prolungamento.
Ancora una fumata nera.
E per finire ecco la tegola Cissokho! Rischia addirittura di saltare infatti il primo acquisto del mercato estivo del Milan.
La firma del contratto che avrebbe dovuto legare Aly Cissokho ai rossoneri per le prossime stagioni é quanto meno rinviata.
Il problema ai denti riscontrato sul giovane difensore franco-senegalese dallo staff medico rossonero nei controlli di ieri e oggi lascia dubbi alla dirigenza di via Turati.
Insomma, al Milan non ne va bene una!

Leggi tutto l'articolo