Caligola

 Caligola di A.
Camus...non una lettura da sotto l'ombrellone ...
ma il 1.
Atto che prelude alla follia dell'imperatore è una sublimazione dell'amore che trova ragioni nella sua irragionevolezza. Cedo­nia (in grande appren­sione) Una guar­dia l'ha visto pas­sare.
Ma tutta Roma vede Cali­gola dovun­que.
E Cali­gola non vede che l'ombra di Drusilla.Siede affranta.
Silenzio.Sci­pione Dimmi, Ceso­nia, l'amava fino a que­sto punto?Ceso­nia Di più, ragazzo mio.
La desiderava.Sci­pione In che modo strano lo dici.Ceso­nia Per­ché, vedi, se l'avesse sola­mente amata, la sua mor­te non avrebbe cam­biato niente.
Le malat­tie dell'anima non sono gravi.
Ci si salva con la malin­co­nia.
Invece no, lui oggi sente i morsi della carne.
Bru­cia tutto.Sci­pione (indi­screto) Ma desi­de­rava anche te.Ceso­nia Que­sto non ti riguarda.(Pausa) Sì, mi desi­dera.
E' vero.
Però non m'ama.Sci­pione (timi­da­mente) Non capi­sco.Ceso­nia (stanca) Io sì.
Vuol dire che mi domanda solo il pia­cere.
Ma è des...

Leggi tutto l'articolo