Camionista croato candidato a Gerosa

GerosaArticolo letto da 124 utenti - Pubblicato il 26 febbraio 2010 Gerosa – Dal volante dei camion a quello del Comune di Gerosa.
Ha un suono straniero la prima candidatura alle prossime elezioni amministrative del piccolo paese dell’alta Valle Brembilla (366 abitanti a fine 2009).
A due giorni dalla scadenza della presentazione delle liste (sabato alle 12), Adriano Jakoncic, 57 anni, originario della Croazia ma residente a Sant’Omobono dal 1983, guiderà quella che, a ieri, era l’unica lista pronta a presentare la propria candidatura: «La Destra», il partito di Storace nato nel 2006.
È a Sant’Omobono dal 1983 Diplomato cuoco nel Paese d’origine, Jakoncic arriva in Italia alla ricerca di lavoro nel 1972, prima a Verona e poi a Trieste.
Prende la patente da camionista e inizia a lavorare per alcune ditte di trasporti.
È in Medio Oriente quando conosce alcuni valdimagnini e così, nel 1983, sbarca a Sant’Omobono.
Nel 1987, nel capoluogo della Valle Imagna, apre una ditta di assemblaggio di minuteria metallica, chiusa poi nel 1992, anno in cui torna a fare il camionista (ora, però, è disoccupato).
Sposato, padre di tre figli, due maschi di 33 e 20 anni e di Loredana, 22 anni, anche lei candidata nella lista a Gerosa, abita nella frazione di Selino Alto.
«Il nostro gruppo è composto da persone non residenti a Gerosa – dice Jakoncic – e quindi senza interessi personali.
Vogliamo solo dare sviluppo al paese, naturalmente avendo la gente dalla nostra parte.
Conosco Gerosa perché ci sono stato diverse volte, sappiamo che i soldi a disposizione sono pochi ma, a nostro modo di vedere, ci sono le possibilità per reperire finanziamenti e sistemare ciò che non va».
«Per noi questa è anche una sfida importante – prosegue il candidato sindaco – dimostrare che anche in un piccolo paese come Gerosa si potrà fare tanto.
Quindi la volontà di impegnarsi c’è da parte di tutta la squadra: ora spetta agli abitanti darci fiducia.
Siamo un gruppo di destra ma naturalmente aperti a collaborare con tutte le forze politiche e le liste che eventualmente si presenteranno».

Leggi tutto l'articolo