Campagna pubblicitaria razzista, con il sapone che ti sbianca

L'azienda si giustifca che la pubblicità doveva essere mirata solo ai social, dove si vedeva ogni volta una donna di razza diversa, ma l'effetto non è stato quello sperato.

Molti hanno accusato la "Dove", una multinazionale di prodotti per l'igiene personale, di aver fatto circolare una pubblicità razzista.

All'inizio della pubblicità si vede una donna nera vestita con un toppino scuro, si toglie la maglietta e diventa una donna bianca con i capelli rossi, anche il vestito si sbianca.

Il video è stato poi rimosso a causa delle tante critiche e accuse di essere una pubblicità razzista, la Dove si giustifica in questo comunicato:
«Quello che abbiamo postato recentemente su Facebook non ha avuto l'effetto sperato di rappresentare le donne di ogni razza e colore. Ci pentiamo e ci scusiamo profondamente con chi si è sentito offeso».
Ma sui social sono molto cattivi e qualcuno ha ricordato che non è l'unico episodio di pubblicità razzista della Dove, Ce n'è una in particolare, di...

Leggi tutto l'articolo