Campagnaro al Napoli - De Laurentis deferisce Lavezzi: Calciomercato e Minacce

Hugo Campagnaro al Napoli acquistato dalla Sampdoria .
Lo ha ufficializzato il presidente azzurro Aurelio De Laurentiis.
De Laurentiis ha tracciato anche gli obiettivi della prossima stagione: quarto posto e, se non dovesse essere possibile, un piazzamento almeno tra i primi sei.
Quanto al resto della campagna acquisti del Napoli, De Laurentiis ha detto che il club azzurro si muovera' ancora: obiettivi un portiere e i laterali.
Il presidente del Napoli ha parlato in occasione della premiazione al Golden Goal, la kermesse in svolgimento a Sorrento fino a domani: "Abbiamo già preso Quagliarella, Cigarini e anche Campagnaro", annuncia.
Novità: "Abbiamo chiuso per il difensore della Sampdoria".
Al club blucerchiato andranno la metà di Mannini e un conguaglio.
"Ora puntiamo a rinforzare la rosa prendendo degli esterni e altri attaccanti: dobbiamo averne 5.
A proposito: Pià rimane con noi".
E allora, Pellissier: "E' un grande bomber, ma non voglio mettere in difficoltà Campedelli".
Nel frattempo, l'attaccante del Chievo, presente anche lui a Sorrento, arriva: "Ciao Sergio, complimenti", dice De Laurentiis.
Dura la posizione sul caso Lavezzi: "Ha un contratto che deve rispettare - continua il presidente azzurro -.
Non abbiamo mai ricevuto offerte né Marino ha fatto promesse di aumento: se s'impunterà allora lo deferiremo e poi non giocherà, rischiando di rovinare la sua carriera.
I giocatori vanno anche premiati, ma se fanno qualcosa: il Napoli quest'anno non ha fatto niente.
Niente.
Tra l'altro, Lavezzi ed altri devono imparare a comportarsi come professionisti.
Atleti veri e non solo calciatori: devono gestirsi e la notte non devono andare a fare baldoria e poi a donne".
A donne, per usare un eufemismo: la locuzione utilizzata è ben più colorita.
Poi, domanda su Donadoni: "Roberto è una persona deliziosa, un uomo solido, figlio di un contadino e dunque di estrazione piena di principi importanti: io, però, gli ho detto che deve pensare a fare soltanto l'allenatore, al mercato ci penso io con la collaborazione di Marino.
Se si mette a chiamare un procuratore o un altro, palesando interesse per un calciatore, poi il prezzo sale.
Gliel'ho detto: fai soltanto il tecnico che andiamo meglio tutti".
Accanto a lui c'è Edy Reja, altro premiato della manifestazione: "Sto riflettendo sul mio futuro", spiega l'ex allenatore azzurro.
Le proposte non mancano.

Leggi tutto l'articolo