Canale del Mengol

Chissà se i bambini di domani vedranno mai la neve scendere dal cielo anzichè da un cannone.
La classica nevicata d'un tempo che ci appiccava il naso ai vetri a sognare di mondi lontani, angeli in rivolta sulle nostre teste, ci rendeva tutti Eternauti.
E' fine Maggio, mancano solo venti giorni al solstizio d'estate e Stefano, reduce da un' uscita sulla Bergamasca, ci comunica lo splendore di canali incredibilmente innevati che serpeggiano tra i contrafforti del Cimon della Bagozza.
Miracolo !! una perturbazione assolutamente fuori stagione ha graffitato una scenografia invernale sulla porta d'ingresso dell'estate.
E' neve docile, che non ha conosciuto tempesta, è neve ritardataria scesa solo per pietà di noi, Stiliti in astinenza da Dicembre.
L'occhio clinico del cacciatore di emozioni non si lascia sfuggire alcuna opportunità, egli non è mai sazio di far entrare la stessa luce ogni mattina dalla stessa finestra e mia zia Valeria, nel pieno delle sue ottanta primavere, s...

Leggi tutto l'articolo