Cancro all'utero: i 10 campanelli d'allarme

Diverse avvisaglie possono indicare l’insorgenza del cancro all’utero: ecco quando è consigliabile andare dal medico.
Sanguinamento vaginale inspiegabile Al di fuori del periodo delle mestruazioni o dopo la menopausa, non si dovrebbero verificare emorragie vaginali.
Se accade, contattare subito il ginecologo Dolori pelvici Fastidi e crampi pelvici più intensi del solito o che persistono anche quando non si ha il ciclo, meritano un approfondimento Ciclo irregolare In presenza di cambiamenti ripetuti nella frequenza e nei sintomi del ciclo mestruale, è opportuno fare un controllo Calo di peso e stanchezza L’aumento dei globuli bianchi prodotti dal corpo per contrastare un tumore.
Va a discapito della produzione di quelli rossi provocando anemia, ciò causa spossatezza e calo ponderale.
Se questi due fattori sono associati ad altri sintomi, consultare il medico Rapporti sessuali dolorosi Provare dolore durante l’intimità può essere indice di diversi disturbi, tra cui anche il cancro alla cervice Gambe gonfie e dolenti Nelle fasi iniziali di un tumore all’utero, alcune donne soffrono di gonfiore e fastidio alle gambe.
Se la cervice si gonfia infatti rende difficoltoso l’afflusso di sangue agli arti inferiori Mal di schiena Se associato ad altri sintomi di questo elenco, anche il mal di schiena richiede approfondimento medico Perdite anomale Se le consuete perdite chiare e inodori intermestruali aumentano e presentano odore sgradevole, meglio effettuare degli accertamenti

Leggi tutto l'articolo