Cani poliziotto morti per il caldo

LONDRA I due cani sono stati trovati morti all'interno di un veicolo privato fuori dalla sede centrale della polizia di Nottingham, nel centro dell’Inghilterra: ieri l’agente che aveva i due cani in consegna, e che era in servizio, li aveva lasciati nella sua auto in un parcheggio, sotto il sole cocente.
In questi giorni in Gran Bretagna si registrano temperature record come 29° che, spiegano i responsabili della Rspca (Royal Society for the Prevention of Cruelty to Animals), in un'automobile possono salire a 47°.
I due pastori tedeschi sono stati trovati poco dopo senza vita, probabilmente per l’eccessiva disidratazione.
Il poliziotto non è stato sospeso, ma è adesso a casa per un periodo di aspettativa.
«È un tragico incidente - ha commentato il vice capo della polizia Peter Davies - diamo molto valore all’importante compito che i nostri cani poliziotto svolgono quotidianamente.
E' un fatto che ha portato un'immensa tristezza e choc a tutto il personale impiegato nella sezione cinofila».
Il portavoce della Rspca dice che le forze dell'ordine stanno cooperando sull'inchiesta che è stata aperta e aggiunge: «Sono sicuro che non sia stato il primo incidente e non sarà l'ultimo».
Nel giugno scorso la polizia di Nottingham aveva fatto un appello pubblico per ricevere in donazione pastori tedeschi per poter aumentare il numero di cani poliziotto.
Oltre al dolore della tragedia, la perdita dei due cani è anche un danno economico per il dipartimento: addestrare un cane poliziotto richiede almeno 9 settimane di lavoro per un costo di circa 8mila euro.
Nulla però in confronto al massimo della pena per chi ha causato tale sofferenza ai cani che in Gran Bretagna arriva sino a sei mesi di prigione e 23mila euro di sanzione.
(la Stampa)

Leggi tutto l'articolo