Cannabis e aree del cervello ridotte

Attualità Fumare Cannabis, crea problemi alle aree del cervello.
L’ennesimo studio sulla Cannabis, ha questa volta fornito dati allarmanti.
Secondo questi ricercatori, nei soggetti che fanno un uso a dir poco disinvolto della ‘canna’, arrivando a fumarne almeno 5 in un solo giorno, l’aree deputate al controllo delle emozioni e alla gestione della memoria si contraggono di un buon 12 per cento.
Non va meglio per il settore deputato a controllare l’aggressività e la paura.
Anche in questo caso, i fumatori incalliti di Cannabis, vedono l’area indicata, regredire di un significativo 7 per cento.
  Questi danni vengono come detto, riscontarti in forti consumatori di Cannabis, coloro i quali ne fanno un uso quotidiano di almeno 5 unità e per più di dieci anni.
Lo studio pone l’attenzione su alcuni stati in cui questi tossicodipendenti vengono a trovarsi, ovvero un generale senso di apatia, stato dinamico e emotivo quasi azzerato e frequenti vuoti mnemonici.
  Ad onor del vero bisogna dire che altri studi, condotti sempre sulla Cannabis, hanno evidenziato come la differenza tra chi fuma occasionalmente questo stupefacente e chi invece proprio non ne fa uso, è tutto sommato più che trascurabile.
 

Leggi tutto l'articolo