Cannes 2019, Pedro Almodóvar racconta Dolor y Gloria: «Non prendete la mia autobiografia troppo alla lettera!» da bestmovie

Pedro Almodóvar è tornato in concorso a Cannes con uno dei suoi film più personali, Dolor y Gloria, accolto con grande favore dalla critica internazionale, come mostrano i voti e le stellette assegnati dai giornalisti presenti al festival in queste ore, e che potrebbe regalargli l’agognata Palma d’oro, più volte sfiorata ma mai portata a casa.
Dopo la standing ovation e l’accoglienza trionfale tributatagli dal pubblico del Grand Théâtre Lumière venerdì sera (l’occasione era la proiezione di gala del film, la cosiddetta “ufficiale”), il regista è arrivato in conferenza stampa il giorno dopo in occhiali scuri – li stessi indossati nella pellicola dal regista suo alter ego Salvador Mallo (Antonio Banderas) – e con una sciarpa rosa al collo.«Non ho mai avuto una pioggia più felice di quella di questa mattina – ha ironizzato il cineasta spagnolo in apertura riferendosi al tempo non proprio clemente in queste ore in Croisette – Non dimenticherò mai la scorsa notte.
Non credo però che il film...

Leggi tutto l'articolo