Canta Napoli!

Berlusconi santo subito Da Vespa Silvio chiedeva di essere annusato, perché si sentisse l'odore di santità.
Per i Napoletani Berlusconi può diventare Santo anche subito, purché li liberi dalla monnezza e dalla criminalità! Ce la può fare? Mah, una vecchia e maliziosa barzelletta dava questa chance soltanto al Padreterno.
San Pietro, preoccupato per come vanno le cose a Napoli, va a parlare con Dio: "Mio Signore, a Napoli non si capisce più niente: la camorra dilaga, sempre più violenza, furti, prostituzione e monnezza...
i napoletani sono un disastro, indisciplinati non lavorano e cantano e ballano.  Bisogna porvi rimedio!" Dio ci pensa su, e poi dice: "Forse ho capito dove ho sbagliato, ho dato ai napoletani troppa intelligenza e così ne approfittano, toglierò loro metà intelligenza e vedrai che tutto si sistemerà!" Macché.
Passa qualche tempo e San Pietro ritorna da Dio: "Signore, purtroppo anche con metà intelligenza i napoletani si comportano ancora male.
Sono diminuiti i furti, un po' la prostituzione ma c'è ancora violenza, camorra, monnezza e lavorano poco, ma cantano e ballano..." Dio riflette, e poi prende una importante decisione: "Se è così, toglierò ai napoletani il 90% dell'intelligenza, a mali estremi, estremi rimedi!" Passa qualche mese e Dio, non avendo più avuto notizie da San Pietro lo manda a chiamare: "Pietro, dimmi, come va adesso a Napoli?" "Signore mio, ora va bene, i furti e la prostituzione sono finiti, la monnezza eliminata completamente, la corruzione è quasi scomparsa, la camorra dileguata e gli omicidi cessati...
soltanto cantano ancora." "Pietro, toglimi una curiosità, ma cosa cantano?" chiede Dio.
"'O mia bela Madunina'..." A parte gli scherzi questo show è di troppo.
A che serve?Ad aumentare la confusione certamente.
Sarà una festa paesana come ai tempi di Franceschello.
La novità sarà la TV spazzatura di cui non c'era proprio bisogno!

Leggi tutto l'articolo