Canter�, o mia Regina

Canterò, o mia Regina, la tua storia tutta in rima; cantero(lla) ma dapprima vi regalo l'anteprima: tutto rosso era il cielo poi fu nero in un baleno; cadde pioggia, neve e vento soffiò giù, poi fu un portento: gli animali nelle tane, un diluvio universale! E nemmeno la Speranza era chiusa nella stanza! Tutti tristi, tristi tutti: solo cento e mille lutti Fu una stella gialla e bella che annunciava la novella: nata è già una Regina come mai è nata prima.
Ecco qui la tua poetessa che ti narrerà indefessa.
Tutta in rima, tutta in rima io ti canto, o mia Regina. 

Leggi tutto l'articolo