Capannori (LU): Bioarchitettura allo Scompiglio

 Bioarchitettura, spazi espositivi, sale prove e bookshop: a Lucca l'arte passa da SPE - Spazio Performativo ed Espositivo della Tenuta dello Scompiglio.Dagli spazi esterni, come la Collina dell'Uccelliare, il parco e la cappella, agli interni della tenuta che a partire da sabato 27 fino alla primavera 2013 apriranno le porte dei locali alle attività artistiche e musicali in programma. Un'occasione per presentare la trilogia diretta da Cecilia Bertoni Tesorino perché hai perso? | Riflessi in bianco e nero | Kind of Blue, 
che ruota intorno al tema del perdere e del vincere
, della loro relazione con il tempo in tutte le sue dinamiche.“Il progetto culturale dello Scompiglio - sottolinea Cecilia Bertoni - vuole proporre una panoramica delle diverse pratiche contemporanee, attraverso l’intensificazione di linee che intersecano arti visive, teatro, danza, performance, musica, cinema, etc., in un’ottica di scambio continuo, poiché il centro dell’interesse non è la disciplina o lo strumento, bensì l’individualità dell’artista.
Allo stesso tempo, vuole creare una continuità intessuta di contrasti,fra gli spazi interni ed esterni, mutevoli e imprevedibili, neutri e artificiali. L'Associazione Culturale che opera all’interno della Tenuta accanto all'Azienda Agricola e all'Osteria fin dal 2007 oltre alle proprie creazioni, produce e ospita spettacoli, concerti e mostre e realizza residenze di artisti, laboratori e corsi e gestisce lo SPE. Uguale attenzione viene riservata alla programmazione e alle attività per i bambini e i ragazzi”.Alle ore 10,00 si terrà apertura della Tenuta con l’inaugurazione nello Spazio Espositivo dell’installazione di Gian Maria Tosatti “Spazio #06”, ultima opera site specific del ciclo “Le considerazioni sugli intenti della mia prima comunione restano lettera morta” in cui il tema centrale è l’identità dell’individuo e gli enigmi che la definiscono. A cura di Angel Moya Garcia l'opera resterà visibile fino al 12 gennaio 2013. L’accesso alla mostra è riservato a una sola persona alla volta.Alle ore 16,00 e alle ore 19,00, MusiCircus di John Cage, con la direzione artistica diAntonio Caggiano.
Numerosi ensemble di generi musicali diversi, jazz, rock, funk, classica, pop, suonano simultaneamente portando i visitatori alla scoperta
di tutti gli spazi dello SPE.A seguire saranno presentati: il video di Damir Očko “The Moon shall never take my Voice”, in collaborazione con la Galleria Tiziana di Caro di Salerno; il [...]

Leggi tutto l'articolo