Capodichino all'alba

All'alba di ieri, diciamo per motivi familiari, mi trovavo a Capodichino, l'aeroporto di Napoli.
Era da tempo che non capitavo lì a quell'ora (praticamente era ancora notte) ed il cambiamento di frequentazioni rispetto al passato mi è sembrato enorme.Innanzitutto almeno una ventina di persone a lavorare sulla segnaletica orizzontale delle strade di accesso ai parcheggi ed al terminal vero e proprio.
Complice la minore presenza di automobili, era stato possibile dimezzare le corsie disponibili senza arrecare danno alla circolazione e vedevo che lavoravano tutti in sicurezza, ridisegnando con perizia le traiettorie ideali per gli accessi ai varchi e delimitando le aree inibite al transito dei veicoli.
Un bel lavoro, quando sarà finito.Poi tanti turisti che, credo, rientravano a casa da qualche giorno di permanenza nel Golfo.
Piccoli e grandi gruppi di persone a piedi, per lo più stranieri, che arrivavano di buon passo dai vari alberghi prossimi all'aeroporto dove avevano trascorso le...

Leggi tutto l'articolo