Cappella di Pramaio

Nel 1993 Evelino Casanova Borca, miracolosamente scampato alle atrocità del lager di Flossemburg, portava a termine la costruzione della cappella votiva in onore di Sant'Anna come adempimento del voto fatto a suo tempo.
Il 2 agosto, come negli anni passati, ci siamo ritrovati a Pramaio, ma questa volta per celebrare una Santa Messa per tutti i deportati dei lager e festeggiare i dieci anni della cappella.
Siamo arrivati in tanti per ricordare le vittime del passato, ma anche dei nostri giomi, che ancora muoiono in tante atrocità in tutto il mondo.
Dopo un benvenuto tenuto da Lucio Eicher Clere, abbiamo cominciato la celebrazione Eucaristica con un canto animato da alcune signore del paese.
Durante l'omelia, Don Waldemar ha cercato di farci capire che il male non viene da Dio, ma che Lui a volte, pur non volendo mai, lo permette (cioè non impedisce), perché offre agli uomini un'autentica libertà e perché sa di poter riciclare lo stesso male a vantaggio dell'uomo.
Nella preghiera dei fed...

Leggi tutto l'articolo