Cappuccetto Rosso.

Questa e' la versione originale della bimbetta chiamata Cappuccetto Rosso (alias profilattico comunista).
Tale red cappuccet camminava per il bosco con il suo cestino di vimini recuperato dalla differenziata col navigatore impostato in quel della casetta dove sua nonna ex esodata Fornerata, trascorreva l'esistenza in attesa della pensione di riversabilita' del marito decuiussato da parecchio tempo.
L'aria era tersa quasi quarta, gli usignoli cinguettavano allegramente saltellando di ramo in ramo e il gufo ovviamente gufava lumando la partita toro ariete ascendente juve.
"Che giornata ganza !" esclamo` Cappuccetto Rosso tutta felice mentre continuava per la sua strada cantando l'allegra canzoncina col motivo di e' morto un biscaro..
La mamma le aveva raccomandato di stare attenta ai brutti incontri nel bosco datosi che a volte loschi figuri si nascondevano dietro agli alberi per insidiare le tenere fanciulle come lei.
"Non preoccuparti mammina," disse la Cappuccetto Rosso, "chi mai potrebbe volere far del male ad una bimba, nel nostro ridente paesello del mulino bianco ?" E cosi` si era incamminata, per portare alla nonna una cosa di cui ella aveva estremo bisogno.
Mentre seguiva il sentiero degli innamorati eccoti un lupo feroce e cattivo sbucare da dietro ad un albero..
"Ciao cara figliola di rosso vestita, cosa fai qui?" Cappuccetto Rosso stava per dire: "Vaffanculo, lupo!" ma si trattenne non per educazione ma per lumaggio.
Aveva infatti notato l'attrezzo riproduttivo di considerevoli dimensioni che dondolava tra le gambe della belva.
"Yum-yum" penso' Cappuccetto Rosso gettandosi avidamente sul lupo a scopo violentatorio..
"Aiuto, aiuto", grido` il lupo, mentre Cappuccetto Rosso slurpava il minchisterio a bocca spalancata.
Divincolandosi il lupo riusci`a liberarsi dalla presa e afferrato un nodoso ramo, colpi` alla nuca la fanciulla, tramortendola.
Poi, fuggi` disperato, finche` non arrivo` ad una casetta isolata, dove penso` di poter trovare rifugio...
busso` alla porta.
"Chi e`?" chiese una tremula voce da dietro alla porta.
"Incaricato Eni per la letture del gas" disse affannosamente il lupo.
"Un uomo!" penso' la vecchia, che altri non era che la nonnina adorata di Cappuccetto Rosso e subito lo fece entrare.
Non appena il lupo fu entrato, la vecchia gli balzo` addosso con sorprendente agilita` e comincio` a baciarlo sulla bocca..
poi si denudo` e gli disse: "Lettore gasista ispeziona questa tubatura, che mi pare perda gas ...he he” Il lupo si senti` svenire alla vista del pube della vecchia novantenne e corse verso [...]

Leggi tutto l'articolo