Carabiniere spara alla moglie a Latina. Poi uccide le figlie e si toglie la vita

Carabiniere spara alla moglie a Latina. Poi uccide le figlie e si toglie la vita
Cisterna di Latina, la donna è ricoverata in ospedale in condizioni gravissime. La coppia si stava separando
Pubblicato il 28 febbraio 2018

Carabiniere a Latina spara alla moglie e fa strage familiare

Roma, 28 febbraio 2018 - Tragedia familiare a Cisterna di Latina. Si è conclusa infatti nel peggiore dei modi la vicenda dell'appuntato dei carabinieri che, questa mattina, aveva sparato alla moglie, da cui si stava separando, e poi si era barricato in casa dove c'erano le figlie di 14 e 8 anni: l'uomo si è tolto la vita dopo aver ucciso le due bambine. Inutili le nove ore di trattative con i negoziatori delle forze dell'ordine, ignare della sorte delle due piccole anche se, sin da subito, si era temuto il peggio. In realtà, il militare le avrebbe uccise subito dopo aver sparato alla moglie.
LA SPARATORIA IN GARAGE - Secondo la ricostruzione dei fatti, il carabiniere Luigi Capasso, 44 anni, originario ...

Leggi tutto l'articolo