Caratteristiche per il riscontro del mobbing - CdS n. 1911/2010

Caratteristiche per il riscontro del mobbing
 
Consiglio di Stato, sez. IV, sentenza 7 aprile 2010 n. 1911 – Pres. Lodi –Est. De Felice – M.P. c. Comando Generale della Guardia  di Finanza.
 
Mobbing – Requisiti di sussistenza – Inesistenza nella fattispecie.
 
La condotta di mobbing del datore di lavoro, ravvisabile in ipotesi di comportamenti materiali o provvedimentali contraddistinti da finalità di persecuzione e di discriminazione, indipendentemente dalla violazione di specifici obblighi contrattuali, deve essere provata dal lavoratore.
A tale fine valenza decisiva è assunta dall'accertamento dell'elemento soggettivo e cioè dalla prova del disegno persecutorio (così Consiglio Stato, V, 27 maggio 2008, n. 2515), che nella specie risulta del tutto indimostrato.
La idoneità offensiva della condotta deve essere dimostrata poi per la sistematicità e durata dell'azione nel tempo, per le caratteristiche oggettive di persecuzione e discriminazione, risultanti da una connotazione emulativa...

Leggi tutto l'articolo