Cardinale Pell riconosciuto colpevole di pedofilia in Australia

Melbourne, 26 feb.
(askanews) - Il cardinale australiano George Pell, prefetto della Segreteria vaticana per l'Economia in congedo da oltre un anno, è stato riconosciuto colpevole di pedofilia da un tribunale di Melbourne in Australia.
Pell, 77 anni, che si è sempre dichiarato innocente, era stato condannato nel dicembre scorso per violenza sessuale commessa negli anni '90 su due bambini del coro nella sacrestia della cattedrale di Melbourne.
Ma il tribunale di Melbourne aveva vietato la diffusione della sentenza di condanna fino ad oggi.
Mai un prelato di così alto grado era stato condannato per pedofilia.
Fuori dal tribunale, ad aspettarlo c'erano associazioni e vittime di violenza.
"Pell non dovrebbe mai più essere liberato, la responsabilità che ha nei confronti di tutti i cattolici a Vittoria è enorme.
Se fosse stato un leader, come avrebbe dovuto essere, e non un idiota ebbro di lussuria, potere, autorità, non avremmo avuto problemi", dice quest'uomo.
Un avvocatessa legge una dichiarazione di un suo cliente, vittima di abusi da minorenne.
"Come ogni sopravvissuto ho provato vergogna, solitudine, depressione.
Ci sono voluti anni per capire l'impatto sulla mia vita.
Ad un certo punto realizzi che hai avuto fiducia di una persona di cui dovevi aver paura, e hai temuto tutti quei rapporti genuini di cui ti saresti dovuto fidare".

Leggi tutto l'articolo