Carmen Consoli - EVA CONTRO EVA (Polydor/Universal, 2006)

Accendere un fuoco, accamparsi il tempo necessario per dare forma all’incarnazione di un’arte popolare lontana da qualsivoglia esigenza modaiola, una mitopoiesi folk primitiva ed inarrestabile: è questo istinto nomade e pioneristico a far muovere a Carmen Consoli i passi verso una nuova e sorprendente fase della sua ormai decennale carriera, quella che la porta ad una maturità ancor più definita, alla consapevolezza che l’arte non è mestiere.
In questi anni la “cantatessa” ha raccontato amori di plastica, attraverso le sue parole di burro, con una furia eccentrica e mediamente isterica. Confusa e felice di ingranare marce in un sistema abbastanza solido e ben strutturato, ma con la consapevolezza di partire dal cuore delle vicende e delle persone coinvolte nei suoi racconti. Così, semplicemente, come se fosse… un’eccezione.
Per il suo sesto album, l’artista siciliana decide di dare una fisionomia più intima e meno rabbiosa all’approccio dei brani, puntando più che altro all’esplorazi...

Leggi tutto l'articolo