Carmen story...

NOME COMPLETO Carmen Consoli DATA DI NASCITA 4 Settembre 1974 San Giovanni la Punta, Catania, Italia CURRICULUM Carmen nasce a Catania il 4 settembre del 1974, respirando musica sin da bambina: suo padre è un chitarrista che le fa amare subito il blues e la musica nera, così inizia a suonare la chitarra elettrica già a nove anni e a quattordici comincia ad esibirsi con il gruppo Moon Dog's Party.
  La cover band possiede un repertorio di tutto rispetto - che abbraccia i Jefferson Airplane e i Free o  altri grandi nomi del rock - e per esaltare la voce di Carmen vengono scelti brani portati al successo da grandi interpreti della black music, come Otis Redding, Tina Turner, Aretha Franklin e l’amatissima Janis Joplin.
Il genere di canzoni eseguite non deve stupire più di tanto, dato che Catania è l'unica città siciliana dove esiste una scena rock ben radicata.
  Mentre nelle altre province si suona fusion e si cantano le melodie della tradizione italiana o del jazz, la città etnea è popolata da numerosi gruppi e ospita l’etichetta discografica Cyclope Records (Mario Venuti, Flor, Nuovi Briganti, i tributi discografici Gram Parsons Tribute e Battiato non Battiato).
  Francesco Virlinzi, produttore e titolare della Cyclope, assiste a un’esibizione dei Moon Dog's Party e resta immediatamente colpito da Carmen: la ragazza ha solo quindici anni, ma il suo talento è evidente.
A questo punto, Carmen obbedisce alla sua vocazione e si getta a capofitto nell’avventura.
  Si trasferisce a Roma, dove allestisce una nuova band di blues e rimane per qualche anno a farsi le ossa, mentre inizia a buttare giù canzoni autografe.
L’esordio Dopo aver utilizzato per anni un walkman come quaderno di appunti per ogni idea balenata alla mente, adesso le canzoni iniziano ad avere una forma definitiva.
Tornata a Catania nel 1994, ciò che presenta a Virlinzi corrisponde al materiale che finirà su Due parole, il suo album d'esordio.
Carmen incide ventidue canzoni per chitarra e voce, mettendo da subito in evidenza una timbrica vocale e uno stile interpretativo che diverranno sue peculiarità.
Registrato presso i Cyclope Studios di Catania, il disco viene preceduto dalla partecipazione al Festival di Sanremo del 1996, dove Carmen ottiene un ottimo riscontro con  Amore di plastica, pezzo co-firmato con il conterraneo Mario Venuti.
A colpire il pubblico e gli addetti ai lavori, non è soltanto il valore della canzone proposta ma anche l’aspetto al contempo aggressivo e fragile dell’artista siciliana, dotata di una [...]

Leggi tutto l'articolo