Caro Babbo Natale, ci fai un bel regalo?

Caro Babbo Natale: sono un povero cittadino Italiano, preso in giro per anni e anni da politici cialtroni e corrotti, siano di destra di sinistra o di centro, che hanno favorito il dissesto, la corruzione, l'evasione fiscale e ultimamente ho sentito che hanno pure le "donnine", una delle quali mi dicono fosse minorenne al momento del "fattaccio"...mhà.
Comunque, attualmente un nonnino non certo della tua età ma venerando comunque, ha pensato bene di fare un golpe e mettere a governarci una manica di stravecchi, capitanata da un asservitore del potere finanziario.
Ora, caro Babbo, le cose per noi si mettono male, ci dicono che per la stabilità dei mercati sono costretti, con le lacrime agli occhi però, a levarci i servizi, i diritti sul lavoro, le pensioni e a tassarci di brutto, lasciando i favolosi stipendi di politici e manager intatti e gli evasori fiscali liberi di fare il comodo loro.
MA SI PUO'? Non è che potresti portarteli tutti al Polo Nord? Magari potrebbero dare una mano agli elfi a fare i giocattoli, sono vecchi è vero ma pensa a quanti bambini potrebbero far felici col loro lavoro anzichè pensare solo al mondo della finanza e al malaffare.
Come dici? Sono vecchi e potrebbero soffrire il freddo al Polo Nord? No, non ti preoccupare, per il bene della Nazione sono certo che ce la faranno.
Dai, facci questo regalo, dimostraci che esiste ancora lo Spirito del Natale.
Grazie a nome di tutti gli Italiani.
Ti aspettiamo!
"Carissimo Ernesto, sono un umile operaio e cerco di non andare troppo in rosso mese dopo mese.
Ottima idea quella di utilizzare i nostri politici per costruire i giocattoli per i bambini poveri.
Però: massima sicurezza e rispetto dei turni riposo/lavoro.
Tra breve tornerà Natale, come diceva Lucio Dalla nella canzone "l' anno che verrà" / "caro amico ti scrivo".- Ciao, alle prossime da d/b.-"

Leggi tutto l'articolo