Carpino Folk Festival si lavora al ventennale

Carpino Folk Festival si lavora al ventennale sabato 11 luglio 2015 ore 10:54 Dal 3 al 9 agosto si celebrerà “la grande madre terra”, il ritorno alla natura.
“Abbiamo imparato sulla nostra pelle quanto sia vendicativa quando viene offesa”.
Le prime anticipazioni e le novità del 2015.
   Compie 20 anni il Carpi­no Folk Festival, la ma­nifestazione più em­blematica e rappresentativa del territorio garganico, un brand ormai famoso ed ama­tissimo.
Da13 al 9 agosto si ce­lebrerà il ritorno alla natura e alla sua spiritualità, ovvero Damatira, la Grande Madre Terra, una scelta tematica as­sai significativa in un Gargano che appena un anno fa vis­se la tragedia dell'alluvione.
"Con lo slogan "Damatira" - abbiamo deciso di incentrare tutta la programmazione in­torno al tema della Madre Terra, del ritorno alla natura, una natura che, come abbia­mo imparato sulla nostra pelle sa essere vendicativa quando viene offesa.
Il Gargano è un luogo magico, che ci dà tanto e può darci ancora di più, impariamo a rispettarlo”, evidenzia Mario Pasquale Di Viesti, presidente dell'associazione.
Di Viesti è al lavoro insieme ai suoi ragaz­zi.
"Siamo pronti, anche quest'anno, per far rivivere uno dei più bei momenti aggrega­tivi d'Italia.
Avremmo voluto fare molto di più per il Garga­no e per la nostra Carpino.
Come sempre grande é stato l'impegno profuso e personalmente sono molto soddisfatto.
Conosco il contesto e credetemi, è il massimo che potevamo fare.
Le difficoltà persistono e gli impegni deb­bono diventare fatti.
Ma sia­mo pronti per fare la nostra parte, Oggi il mio pensiero va ai miei ragazzi.
Sono loro la forza del GFE.
È grazie al loro e alla loro caparbietà se anche quest'anno potremmo offrire una programmazione composta da 18 perfomance di cui 14 tutte nel centro storico del nostro paese e tutte incentrate su Damatira.
Gra­zie a loro e a quanti decidono di farci sentire la loro vicinan­za, ci sostengono è si impe­gnano a costruire intorno al nostro festival una rete solidale indispensabile per la buona riuscita".
Alcune anticipazioni da Domenico Sergio Antonacci; "Tor­nerà la-sezione Cantar viag­giando, in particolare saran­no 4 le tappe sul treno messo a disposizione da Ferrovie del Gargano.
Ci sarà uno storytel­ling sul tema del ritorno alla natura, ai cicli naturali, ed ov­viamente non mancheranno musica e assaggi di prodotti del territorio.
Una serata sarà dedicata ai concerti della tra­dizione, curata da Salvatore Villani, e ci sarà pure una rappresentazione teatrale sulle [...]

Leggi tutto l'articolo