Cartoline

         Riconoscilo il vero gesto fraterno, quel legame che palpita vita.
Quello dove ci si capisce subito o è del tutto inutile.
Lo riconosci subito quello sguardo che si fa miope, che goffamente si piega al cliché di essere alternativi dove il profilo ha la granitica certezza di essere che un nulla.
Non ti stanchi ad assomigliare ad un qualcosa di diverso.
Di non far volare un desiderio autentico, di animare l'esistenza rafforzando quella parte infantile che ti permette di avere amorevole attenzione senza patemi e narcisisimi?  Perché ti ostini a restare.
Perché consegnare lo spirito alla rassegnazione.
Ribellati verso chi ti toglie aria, verso quell'identità che ti appiccicano gli altri e le tue qualità che invero, spariscono.
Non esporti troppo agli abissi.
Una ricetta semplice in fondo, questa.
Questa che ha pietà e compassione dell'ingombro dove pensi che tutto è a posto e non funziona.
Tu, che per te, ci sarai sempre.
La tua insuperabile schiettezza genererà abitudine stuzzi...

Leggi tutto l'articolo