Caso Jonio: vogliono imporci gli immigrati a tutti i costi

Le Ong continuano a sfidare il governo italiano. Nonostante la chiusura dei porti, si recano in mare per recuperare i migranti a bordo dei barconi e si dirigono verso Lampedusa, provando a scaricarli sulle nostre coste. Il salto di qualità è stato fatto di recente: sulla Mar Jonio, della Ong Mediterranea, è stata issata una bandiera italiana.
Il modus operandi è sempre lo stesso: il “soccorso, a opera di navi, di migranti irregolari in acque di responsabilità non italiane” e il “successivo trasferimento dei medesimi migranti, nonostante il Comando delle Capitanerie di Porto italiano non avesse coordinato l’evento e, quindi, in violazione delle leggi in materia di immigrazione”.
La Mar Jonio, però, ha fatto di più e di peggio: ha ignorato l'ordine della guardia di finanza di entrare in acque territoriali italiane e ha puntato diritto verso Lampedusa, dimostrando così di ignorare le autorità italiane. Per queste navi, gli ordini del Viminale non contano: contano solo i profitti che der...

Leggi tutto l'articolo