Caso Siri, Salvini: "Non abbandono uomini con cui ho fatto un pezzo di strada". Di Maio: "Matteo forte con i deboli, abbia coraggio"

Caso Siri, Salvini: "Non abbandono uomini con cui ho fatto un pezzo di strada". Di Maio: "Matteo forte con i deboli, abbia coraggio"
Ennesimo botta e risposta nel governo gialloverde sul sottosegretario indagato per corruzione. Il M5s: "La Lega tiri fuori le palle e lo faccia dimettere" ma Salvini le palle non cè l'ha,perché il caso siri arriva a sfiorare Matteo Messina Denaro; difendere in questo modo Siri significa oggettivamente mandare un segnale a chi lo deve ricevere - anche nell'ipotesi che le indagini dimostrino che siri sia un angioletto sceso dal cielo. Ma siri è stato condannato per bancarotta fraudolenta, evidentemente aveva i requisiti minimi..... leghisti difensori di evasori e bancarottieri...e mafiosi.
Ma il Salvini, vuol fare il premier e non si fidi dello Stato? Di quale stato vuoi fare il premier? Cos'è questa visione omertosa che hai dello Stato? Cosa significa abbandonare un tuo uomo? Mica hai fatto una rapina ed è rimasto ferito? Lo Stato che vuoi dirigere chiede,...

Leggi tutto l'articolo