Cass.sez. lav. n. 5539 - 03. Continuità della Cassazione in tema di “irrilevanza delle condizioni genetiche preesistenti” ai fini dell’integrale accollo al danneggiante del danno biologico

Troppo rumore per una riaffermazione (di Cass. n. 5539 - 03) di continuità in tema di “irrilevanza delle condizioni genetiche preesistenti” ai fini dell’integrale accollo al danneggiante della responsabilità risarcitoria del danno biologico
 
A) - La stampa del 24 aprile 2003 ha dato ampio risalto – tramite sintesi giornalistiche – ad un presunto nuovo principio della Cassazione che ha ritenuto errato un riparto di responsabilità tra datore di lavoro danneggiante e dipendente danneggiato da illecito datoriale (demansionamento sfociato in depressione), in ragione di un 50% per ciascuno, in presenza di una riscontrata (tramite CTU) predisposizione genetica del danneggiato, suscettibile secondo i giudici di merito di sottrarre il datore di lavoro colpevole di demansionamento  illegittimo ad un 50% di responsabilità.
I giornalisti – non dotati, per estraneità alla materia giuridica, di “memoria storica” – si sono sbracciati nell’affermare l’assoluta novità della statuizione effettuata dall...

Leggi tutto l'articolo