Castelnuovo Garfagnana (LU): Ivo Poli

È Ivo Poli, delegato della Comunità Montana Garfagnana, il nuovo Presidente dell’Associazione Nazionale Città del Castagno, il sodalizio che, dal Trentino alla Sicilia, riunisce 100 soci, di cui 95 tra Comuni e Comunità Montane e tra 5 associazioni e consorzi privati di castanicoltori.
Il neo Presidente, eletto a Firenze, nella sede della Regione Toscana, è stato votato all’unanimità.
Insieme a Poli, faranno parte del Consiglio Direttivo, che si metterà al lavoro subito dopo le festività natalizie, i Vice Presidenti Fulvio Viesi (Brentonico - Trento) e Pompilio Pizzi (Comunità Montana Monti Cimini - Viterbo) ed i Consiglieri Romano Veroli, Maurizio de Santis, Ugo Boccacci, Lorenzo Fazzi, Stefano Tagliaferri, Lorenzo Berardinetti, Francesco Mansi Ricciotti, Mario D’Accordi, Marcellino Gallo e Vittorio Marcelli.
Un’elezione, quella di Poli, particolarmente significativa per la Garfagnana, perché rispecchia il ruolo di protagonista che la nostra zona ha saputo conquistarsi, negli anni, all’interno dell’Associazione.
Da ricordare, infatti, che la sede legale e la segreteria generale del sodalizio si trovano, fin dalla sua costituzione, nel 1995, proprio presso la Comunità Montana Garfagnana.
“Le finalità dell’Associazione - spiega Poli - riguardano la valorizzazione del castagno a 360°.
Si va infatti dall’organizzazione di convegni e seminari sulle problematiche colturali e sui temi della tutela del castagno e delle sue potenzialità in ambito turistico-economico, alle azioni di coordinamento con Università, Enti ed Istituti che programmano interventi fitosanitari, fino alla promozione, commercializzazione e trasformazione dei prodotti del castagno.
E non mancano iniziative volte a sollecitare maggiore attenzione e sostegno nei confronti della castanicoltura, come quella in atto presso il Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, grazie alla quale è stato ottenuto l’impegno, da parte del Ministero stesso, a costituire un tavolo tecnico di cui farà parte anche l’Associazione”.   Soddisfazione per l’importante risultato raggiunto è stata espressa anche dal Presidente della Comunità Montana Garfagnana Mario Puppa, che ha sottolineato come progetti strategici per lo sviluppo del settore castanicolo siano stati inseriti in tutti gli atti di programmazione, rendendo possibile, attraverso un Ente sovracomunale quale la Comunità Montana, gestire e portare avanti iniziative di livello nazionale.
 

Leggi tutto l'articolo