Caterina Balivo, la gelosia dei figli. E le rivelazioni di Francesca Cavallin a Vieni da Me

Caterina Balivo con Vieni da Me ha convinto oltre un milione di spettatori grazie all'intervista a Francesca Cavallin.
Complice anche l'enorme successo de La Compagnia del Cigno, la fiction in onda su Rai Uno in cui lavora la Cavallin.
L'attrice, ospite della bella Caterina, ha toccato un argomento difficile, confessando che in passato ha avuto un rapporto conflittuale con il cibo: Ho sfiorato l’anoressia e poi per molto tempo ho avuto problemi di bulimia.
A spingerla in questo tunnel hanno concorso diversi fattori: Credo che ci siano stati diversi fattori: quella fase di non riconoscimento di me e il fatto che nel contempo c’erano questi modelli che erano le top model degli anni ’90 che erano modelli fisici abbastanza inarrivabili.
A salvarla dall'incubo, prosegue la Cavallin, l'amore di un vecchio fidanzato che l'ha resa più sicura e le ha permesso di accettare il suo corpo: Mi ha trasferito la gioia di mangiare e di bere vino.
Mentre la Balivo colleziona successi in tv, in casa dei vedersela coi suoi due figli: Guido Alberto, 6 anni, e Cora, 17 mesi.
Pare che di due bimbi non vadano per niente d'accordo.
Il primogenito, come ha rivelato Caterina al settimanale Confidenze, è gelosissimo della sorellina: Mio figlio è stato subito gelosissimo della sorella e i due non vanno per niente d'accordo.
Era così anche fra me e mia sorella Sara, un litigio continuo finché siamo diventate grandi.
Sua madre l'aveva ammonita: Vedrai, un giorno, come ci starai male a vedere i tuoi figli litigare'.
Non dico che me l'abbia tirata, ma...
Forse è il mio karma! Per fortuna che ha il totale appoggio del marito, Guido Alberto Brera, a proposito del quale ha ribadito il grande amore che li unisce e di cui è profondamente orgogliosa: Quando ci siamo conosciuti, mi ha colpito per la sua concretezza e per il fatto che è un uomo risolto, che si è fatto da solo.
È nato in una famiglia normale, in un quartiere di Roma sud e dopo la laurea è andato a Londra senza una lira in tasca.
Ha lottato per raggiungere i suoi obiettivi e per questo lo ammiro tanto.
E poi, ha cambiato la mia vita, mi ha resa madre e moglie.

Leggi tutto l'articolo