Cavit porta il vino trentino in Cina grazie all'intesa con Cofco

Verona (askanews) - Cavit stringe un accordo con Cofco Wine amp; Wine per la distribuzione in Cina dei suoi vini trentini.
L'accordo - siglato nei giorni scorsi dopo due anni di trattative - e' stato annunciato a Verona e varato, con un brindisi beneaugurale, nel corso di un incontro con il top management di Cofco negli spazi espositivi di Cavit al Vinitaly 2017.
Bruno Lutterotti, presidente Cavit.
'Per noi e' un accordo strategico perche' mette Cavit nelle condizioni di accedere ad un mercato come l'Asia che e' in prospettiva uno dei mercati emergenti dopo gli Stati Uniti'.
Cofco garantira' la distribuzione delle diverse etichette Cavit su tutti i canali di vendita in Cina, e-commerce incluso.
'La percezione della qualita' del prodotto italiano in passato non e' stata ben sviluppata sul mercato cinese.
Ora e' il momento di far crescere i grandi brand italiani - dice Castle Li, General Manager di Cofco - Il mercato cinese e' molto complicato, ma anche profondo, ricco di opportunita''.
La Cina e' infatti il quinto consumatore di vino nel mondo: assorbe da sola il 6,4 per cento di tutta la produzione mondiale.
Nel 2015 ha importato vino per 1,83 miliardi di euro, con un incremento del 62 per cento sull'anno precedente.
Ma e' anche un mercato ancora concentrato: solo recentemente il consumo di vino da status symbol si sta effettivamente diffondendo a fasce piu' ampie della popolazione.
Tematiche ben chiare a Cavit, come spiega il direttore generale Enrico Zanoni.
'Il mercato cinese va visto sicuramente nel lungo periodo.
E' un mercato che ha gia' avuto una serie di fasi e reputo che stia entrando solo adesso nella fase in cui sia giusto esserci guardando al lungo periodo.
Infatti solo oggi, mi sento di dire, c'e' un reale consumo di vino importato sul mercato cinese: si e' passati da una fase di bolla speculativa dove il vino era soprattutto in oggetto di gifting ad un vero mercato di consumo, dove le classi giovani piu' affluenti approcciano il vino come un vero prodotto di largo consumo'.

Leggi tutto l'articolo