Cavolo, il super cibo che protegge da tumori e malattie croniche

Protegge dalle malattie croniche, dai tumori e aiuta a perdere peso: queste sono alcune delle tante proprietà del cavolo, un vero e proprio super cibo.
Numerosi studi scientifici hanno dimostrato che il cavolo è uno degli ortaggi più salutari al mondo, considerato molto importante per la nostra alimentazione, perché ricco di sostanze benefiche.
Nella famiglia del cavolo troviamo moltissime varietà, dal cavolo riccio a quello nero, passando per il cavolo rosso, verza, cappuccio, il cavolo broccolo e il cavolfiore.
Questa verdura è un ottimo antinfiammatorio naturale, utile per contrastare patologie come l'artrite, le malattie autoimmuni e quelle cardiache.
Il cavolo aiuta ad alleviare le infiammazioni e, grazie al suo alto contenuto di ferro, facilita l'assimilazione l'assimilazione della vitamina C.
Si tratta di un alimento perfetto per chi vuole iniziare una dieta a base di fibre, perfetta per prevenire i tumori, migliorare il funzionamento dell'intestino e favorire i processi digestivi.
Ma le proprietà del cavolo non si fermano qui: questo ortaggio aiuta a rinforzare il sistema immunitario, è ricco di vitamine utili per contrastare l'azione dei radicali liberi ed è perfetto per tenere sotto controllo la pressione.
Numerose ricerche hanno svelato che il cavolo è efficace per ridurre il rischio di ammalarsi di cancro, con riferimento a forme della malattia che colpiscono il seno, le ovaie, il colon, la vescica e la prostata.
Il consumo di tale ortaggio infatti depura l'organismo, lo disintossica e aiuta ad eliminare le tossine in eccesso.
Fra le sue foglie infatti si nascondono i glucosinolati, dei potenti enzimi naturali che aiutano il fegato a depurarsi e ad eliminare le sostanze cancerogene che si accumulano nel corpo.
Ma non è finita qui, perché il cavolo, grazie all'alto contenuto di sulforafano, attiva l'Nrf2, una proteina che ripulisce i vasi sanguigni dall'accumulo di grasso, prevenendo patologie cardiocircolatorie come l'infarto, l'ictus e l'arteriosclerosi.

Leggi tutto l'articolo