Celebrazione della poesia

Celebrazione della poesia - quando s'istituì la "giornata mondiale della poesia" il 21 marzo
di Arrigo Colombo
 
         Qualcosa di nuovo succede, d’insolito, di strano diremmo. La poesia ottiene una celebrazione, addirittura una “giornata mondiale”, proclamata dall’Unesco al mondo intero per quello ch’è certo uno dei giorni più significativi dell’anno, giorno tra i più belli, che gioiosamente risuona nell’animo, risplende di luce gioiosa, l’inizio di primavera, il 21 di marzo.
Giornata mondiale della poesia, da celebrarsi ovunque, la poesia da celebrare e cantare ovunque, al vertice dell’attenzione umana in quel giorno, quella settimana quel mese; poi che così accade, che la gente si è mobilitata, i poeti, gli artisti, e le celebrazioni riempiono la settimana e il mese intero.
La poesia, l’umile ancella, che nessuno stima per niente, pensa non serva a niente; che nessuno legge, nessuno compra per leggere; o solo pochi, pochissimi. A scuola sì, dov’è d’obbligo, che noia, quei poemi i...

Leggi tutto l'articolo