Celebrazioni per ricordare papa Wojtyla

19-7-2005
Monsignor Ducoli "ricorda" Papa Giovanni Paolo II
"Se vi date da fare non è detto che anche Benedetto XVI si convinca e venga almeno una volta a Costalta ", come ha fatto "il nostro amato Papa, che ora sta alla finestra della casa del Padre con uno sguardo particolare per tutti noi e per il paese di Costalta ". La speranza e l'input perché un papa, magari l'attuale, possa tornare a calcare il suolo comeliano sono stati espressi recentemente da monsignor Maffeo Ducoli, vescovo emerito della Diocesi di Belluno e Feltre e vero artefice della venuta di Giovanni Paolo II in Cadore. L'occasione per confidare ai costaltesi i retroscena dei soggiorni papali è stata suggerita dalla messa voluta dalla parrocchia e dal Gruppo musicale per ricordare l'11 luglio del 1987 e l'11 luglio del 1993, giorni in cui il Santo Padre si fermò in paese per pranzare sul terrazzo della canonica, a base di polenta e salmì, e per riposare. Per ricordare le due pagine di storia costaltese più belle, la me...

Leggi tutto l'articolo