Cent'anni fa la Grande Guerra in Val del Lago

 Dopo Caporetto in Val del Lago, giorno per giornoLa sera del 24 ottobre 1917 l’esercito italiano cominciò a ritirarsi dalla vallata di Caporetto.
Le colonne austro-tedesche poterono penetrare attraverso la valle di Uccea e da lì, nella vallata di Resia, obbligare alla ritirata i reparti della 36° divisione.
Con l’apertura di un varco, gli austroungarici puntarono verso i ponti di Pinzano e di Braulins, tagliando in due lo schieramento italiano. Il 26 ottobre, il gen.
Cadorna inviò a rinforzo della Zona Carnia la 63° divisione, che si schierò tra Stazione per la Carnia e Gemona.
 Nei giorni successivi si ebbero  il tentativo di contrastare l’avanzata austroungarica da parte delle batterie del Monte Festa  e le dure fasi della occupazione. A cent’anni di distanza, la ricostruzione, giorno per giorno, di quei momenti.
Riferimenti fondamentali, i lavori di Antonio Faleschini  e le ricerche recenti di Paolo Gaspari, Marco Pascoli e altri, oltre a contributi archivistici e di stampa locale ...

Leggi tutto l'articolo