Centro Narconon di Torre dell'Orso: il successo di Michele

Il Centro Narconon di Torre dell'Orso, nel corso degli anni, ha sempre portato avanti la sua personale battaglia contro qualsiasi manifestazione della tossicodipendenza, sia tramite una costante opera di informazione e prevenzione, ma soprattutto attraverso un completo programma di recupero che permette di risolvere efficacemente tutti gli aspetti, fisici e psicologici, implicati nell'uso di droga.
Quelle che seguono sono le parole di Michele che ha portato a termine il suo percorso di recupero e può dire di essere riuscito a smettere di usare cocaina.
Ci auguriamo che sempre più persone possano fare il primo passo e chiedere aiuto, in modo tale da riuscire a conseguire questo tipo di vittorie.
“Non dimenticherò mai come stavo appena arrivato al Centro Narconon di Torre dell'Orso, qual'era il mio umore e il carico di sensi di colpa che mi portavo sulle spalle.
Ero in una condizione veramente brutta, soprattutto per ciò che riguarda l'aspetto mentale perchè ero continuamente preso da mille idee fisse, paranoie che, giorno per giorno, aumentavano in continuazione...non ce la facevo più.
Oggi sono veramente felice perchè ho risolto la dipendenza da cocaina e, dopo tanti anni, sono riuscito a fare qualcosa di concreto per me stesso, salvandomi la vita.
Mi sembra di avere acceso nuovamente la luce, riesco a vedere tutto in modo molto più chiaro e ad avere il pieno controllo di tutto ciò che mi circonda.
Riesco a vedere come sia cambiata la mia vita, a percepire la bellezza insita nelle piccole cose e ad apprezzare ogni singolo momento della mia quotidianità.
Ho scoperto quanto sia bello guardare al mondo con gli occhi di chi non fa più uso di droga e sono sicuro di riuscire a riprendermi tutto ciò che la cocaina mi stava portando via.” Michele G.
Per ulteriori informazioni visita il sito del Centro Narconon di Torre dell'Orso Contatta i nostri operatori per aiuto immediato Chiama Subito 800 178 796 Numero Verde Gratuito - Attivo 24 ore su 24 - 7 giorni su 7

Leggi tutto l'articolo