Centro antiviolenza in villa confiscata

(ANSA) – MODENA, 15 GEN – Nelle prossime settimane il Comune di Maranello (Modena) acquisirà definitivamente una villa che era di proprietà della famiglia ‘ndranghetista dei Pelaggi e che è stata confiscata.
All’interno, come la stessa amministrazione ha annunciato, sorgerà una struttura destinata alle politiche rivolte alle donne vittime di violenza.
La vicenda dell’immobile ha origine nel 2014, con la confisca definitiva, comunicata all’amministrazione comunale di Maranello l’anno successivo dall’Agenzia nazionale per i beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata.
Il percorso burocratico che ha portato all’assegnazione formale della villa al Comune di Maranello è ormai vicino alla conclusione, grazie alla delibera approvata nell’ultima riunione della giunta comunale.