Cerchio ciclometrico

Ad esempio , potremo descrivere nel cerchio ciclometrico la figura che risulta dai 5 numeri estratti sulla ruota di Bari,oppure potremo disegnare coppie di ambi(4numeri) aventi stessa distanza in modo da verificare se viene rappresentata una figura geometrica di interesse ciclometrico,come il rettangolo.
L'utilizzo del cerchio ciclometrico si presta anche alla individuazione di "elementi di chiusura ciclometrici".Ipotizzando la sortita nel quadro estrazionale di due numeri,ad esempio,appartenenti alla terzina simmetrica 30.60.90,verificheremo che l'elemento mancante affinchè venga creata una figura geometrica regolare,il triangolo equilatero,sia esattamente il numero non ancora sortito della terzina simmetrica descritta.
Le previsioni scaturenti da questo "tool visuale",IL CERCHIO CICLOMETRICO,sono molteplici e basta un po' di fantasia e un pizzico di fortuna per intrappolare la vincita,corrispondente spesso a strutture armoniche che si vengono a creare nel quadro estrazionale.
Con la funzione studieremo la ciclometria , intesa  come forma di metrica del cerchio, come misura delle forme più o meno anomale , che volta per volta andavano a formarsi nel quadro estrazionale.
Oggi si è giunti alla ciclometria evolutiva o dinamica , vale a dire a quella branca di studio che osserva le diverse estrazioni come un fenomeno non indipendente come in effetti recita la legge sulla probabilità, ma in qualche modo legato da vincoli geometrici nella loro versione dinamica , non statica ma in continua evoluzione .

Leggi tutto l'articolo