Chakra Muladhara perchè è importante

Iniziamo con il primo Chakra chiamtao Muladhara Prima di inizare a fare esercizi pratici su Muladhara mi sembra  doveroso spiegare cosa sia e cosa rappresenti Muladara e questo post parla proprio di questo.
  Se vuoi iniziare da subito e vuoi un percorso evolutivo di meditazione CONSIGLIATO  è sicuramente cosiglaito questa risorsa (GRATUITA) Premendo sul questa foto andrai su una pagina in cui puoi scaricare un audio Gratuito.
Il primo chakra si chiama Muladhara, che in sanscrito significa radice, sostegno.
Si trova alla base della colonna vertebrale, tra l'ano e genitali, zona che rappresenta simbolicamente il diritto di esistere sulla terra (diritto su cui si fonda la nostra sicurezza) e di avere ciò che necessita alla sopravvivenza del corpo dello spirito (cibo, acqua, vestiti, riparo, cure mediche), quindi anche il diritto di realizzarsi ad essere e diventare ciò che si desidera.
Muladhara  è il fondamento di tutto il sistema dei chakra, e cioè se costruito la solidità del nostro corpo che, esattamente come una casa, senza basi terme non potrebbe rimanere in piedi.
Senza questo chakra siamo come una pianta senza radici; esse sono rappresentate dal luogo da cui veniamo, quindi l'utero materno, la nostra famiglia, la nostra storia e la terra da cui provengono gli elementi necessari alla nostra sopravvivenza, il cibo, l'acqua, l'aria.
A seconda di come sono le fondamenta, si determina la struttura, che su di esse si andrà a creare, quanto alta può essere, che peso avrà, che forza possiederà, per cui se il chakra della radice sarà danneggiato, questo si rifletterà anche negli altri chakra; se invece le nostre basi sono solide la nostra forma sarà sicura e affidabile.
Chakra Muladhara cosa influenza Avvertiamo che qualcosa mina la nostra sopravvivenza la nostra sicurezza percepiamo la paura, che èla forza contraria all'azione di questo chakra: diventiamo agitati, ansiosi, ci sentiamo sicuri solo se siamo vigili; nel momento in cui ci rilassiamo la paura aumenta.
Il primo chakra corrisponde alla costruzione del corpo; si forma durante la gravidanza e fino al primo anno di vita, quando l'energia si concentra per plasmare a far crescere rapidamente il corpo in questa fase la consapevolezza del mondo esterno è molto bassa, il neonato e unito o totalmente alla madre e non si concepisce ancora come l'essere separato; per sentirsi felice le sue uniche necessità sono quelle che mirano soddisfare bisogni fisici (fame, sete, freddo), esigenze che nell'utero venivano soddisfatte automaticamente.
Perciò anime [...]

Leggi tutto l'articolo