Che coppia - Star Wars VS Checco Zalone

Ciao a tutti.
Iniziamo dal Cinema.
Questa settimana è iniziata la grande sfida, in Italia, Checco Zalone VS Star Wars.
  Si parla di Checco Zalone, non di "Quo Vado", per il semplice fatto che uno è un'icona della comicità, l'altro è un'opera dell'icona.
  Si Parla di Star Wars, non de "Il risveglio della forza", perché il primo è un'ideologia, il secondo è un capitolo dell'ideologia.
  Dato per assodato il primo concetto parliamo di chi merita e chi no, non svelerò niente, darò soltanto un giudizio, un po' blasfemo, perché esterno ai due mondi fanatici, ma convinto, perché amante delle sfide.
Star Wars è all'altezza degli altri 6 Film, non è il migliore, non è il peggiore, è in perfetta linea con gli altri capitoli, non perde la lucidità della storia, non stravolge il mondo in cui si trova; si collega alla storia della dinastia Skywalker, spina dorsale dei primi 6 episodi, ma si ricava un posto a se stante, come nuova storia, come inizio di una nuova trilogia.
Bravo J.J.
Abrams Quo Vado è meno brillante e meno geniale degli altri film di Zalone (giudizio personale), che nella costruzione perfetta di questo Ignorantone, ha rappresentato personaggi più intelligenti e geniali dell' Italiacano parlato.
Non posso far altro che i complimenti a Zalone, che ha sbancato nuovamente il Box Office, ma mi aspettavo di ridere dall'inizio alla fine come per i suoi geniali precedenti, invece non è stato così.
Due piccole parentesi su universi differenti, entrambi efficaci, non fidatevi della mia opinione soltanto, collegatevi al mondo del cinema, guardateli, vedeteli, viveteli.
Come sempre gli attori si mettono in gioco, accettate il gioco, giocatelo fino infondo e siate spietati, ma consapevoli che loro si sono buttati, quindi con calma Haters.
Per me dovrebbe vincere Star Wars, non per cattiveria, ma perchè sarebbe come veder perdere Federer contro Wawrinka (è successo), il Re contro un fenomeno odierno; lo stesso succederà in Italia, per i due film, ma è comunque un dispiacere vedere un mito cadere contro un fenomeno.
Ad ogni modo, complimenti ad entrambi, Zalone, laureto geniale, che riesce a catturare tutti come pochi sono riusciti dal celeberrimo Totò, Benigni negli anni 90 e poc'altri; Abrams, non si è fatto calpestare dalla storia ed ha retto il paragone di un mito.
Entrambi da vedere, al Cinema "Il risveglio della forza" e anche in TV o al computer "Quo Vado".
Ciaone e sorridete.

Leggi tutto l'articolo