Che palle

Sono nuovamente finita da decathlon... oggi in missione maglietta bianca per il saggio di figlia. A parte il fatto che Miss “ho già le idee chiare sull’abbigliamento” ha già decretato che una t-shirt tutta bianca è davvero brutta, anzi fa schifo e non la vuole mettere, a parte il fatto che voleva comprare tutti i bikini del reparto bimbe, tutte le ciabattine rosa... a parte tutto... ne sono uscita indenne o quasi.
E dico quasi perché ogni volta che metto piede in quel negozio, in ogni parte del mondo (Europa, non esageriamo)... come minimo compro una palla.
Il maggior acquirente di palle è il peloso di famiglia, talmente appassionato di palline da tennis che sa perfettamente dove siano esposte e ti trascina con gli occhi da cucciolone sfigato finché non ne prende una dal cesto per poi portarla tutto fiero in cassa... tenendola in bocca, ovviamante. 
Le sue preferite sono quelle propedeutiche al tennis, un po’ più grandi e morbide, che in linguaggio canino significa meglio masticabil...

Leggi tutto l'articolo