Chi è Noemi Ortona, alunna de "Il Collegio 3"

Il 12 febbraio, su Rai Due, aprirà i battenti “Il Collegio 3“.
Tra gli alunni che frequenteranno la scuola catapultata all’anno 1968 troviamo Noemi Ortona.
È una ragazza di 15 anni, che arriva da Milano.
Frequenta il Liceo Scientifico, è di religione ebraica e fa parte del gruppo Hashomer Hatzair, un movimento giovanile ebraico che ha come valori fondamentali il sionismo e il socialismo.
Sensibile al tema del conflitto arabo-israeliano Noemi si definisce una persona pacifista.
Odia chi prende in giro gli altri anche se è la prima a creare delle canzoni per punzecchiare i suoi amici.
Da ragazza “quadrata”, ha una vera e propria passione per la matematica, materia che adora.
Non ama le sfumature, per lei le cose sono bianche o nere, proprio come la matematica: al termine di un esercizio, il risultato è quello giusto oppure quello sbagliato, senza vie di mezzo.
Noemi preferisce avere pochi amici, a patto che siano fidati, veri e che non spariscano nei momenti di difficoltà.
Noemi Ortona farà parte de “Il Collegio 3”, programma di Rai Due che inizierà il prossimo 12 febbraio.
Arrivato alla sua terza edizione, il docu-reality mantiene lo stesso format del passato, con alcune sostanziali modifiche.
Quest’anno, nove ragazzi e nove ragazze varcheranno le mura del severo Collegio Convitto di Celana, a Caprino Bergamasco, dove vigono le ferree regole comportamentali e disciplinari degli anni ’60.
Rispetto alle edizioni precedenti, quella attuale catapulterà i diciotto alunni al 1968, un anno significativo e ricco di cambiamenti, con il mondo dei giovani in subbuglio nelle piazze per rivoluzionare la scuola e la società.
Nel corso di cinque puntate, gli studenti dovranno imparare ad essere ordinati e disciplinati, a seguire le regole a vivere proprio come a quei tempi, rinunciando a tutti i comfort moderni compresi i cellulari.
Prima di iniziare le lezioni, gli studenti che prenderanno parte alla trasmissione Rai saranno chiamati ad affrontare test d’ingresso che consiste in un breve esame di Educazione Civica: bisognerà raggiungere almeno la sufficienza per ottenere la divisa del collegio.
Scompaiono alcune materie, in base alla riforma della scuola media unica avvenuta nel 1962, quando comparve per la prima volta Educazione Artistica.
Addio al Latino, rimpiazzato proprio da Educazione Civica, e via anche il Canto Corale, sostituito da Educazione Musicale.

Leggi tutto l'articolo