Chi mangia spesso cioccolato è più magro: è la dieta del "fondente"

Uova di cioccolato a Pasqua? Meglio tutto l’anno, se è vero quanto scrivono i ricercatori della University of California di San Diego e cioè che chi mangia spesso cioccolato risulta più magro di chi ne mangia meno di frequente.
Parola di Beatrice Golomb e colleghi che pubblicano su Archives of Internal Medicine uno studio che ha coinvolto circa 1.000 persone. Che la carica di antiossidanti contenuta in una tavoletta facesse bene alla salute, e in particolare a quella del cuore e della circolazione, è cosa risaputa, ma è noto che la quantità di grassi e zuccheri che la compongono non sono un toccasana per la bilancia.
I ricercatori americani sono di parere opposto:  anche se contiene calorie, il cioccolato è ricco di sostanze che possono favorire la perdita di peso, piuttosto che la sintesi del grasso.
Lo dimostra l'indice di massa corporea (BMI, rapporto tra peso e altezza moltiplicato per se stessa - inferiore a 25 indica un peso normale) rilevato sui volontari.
A ognuno di essi era stato chiesto quanto ciocciolato consumasse durante la settimana.I dati sono stati sorprendenti: contrariamente a quello che si aspettavano, i ricercatori si sono accorti che il maggior consumo di cioccolato era associato a indici di massa corporea più bassi, quindi a soggetti più magri.
Resta da capire se tra coloro che avevano qualche chilo di troppo non ci fosse anche una maggiore reticenza a confessare qualche peccato di gola in più.
Per questo, confermato il potere benefico del cioccolato, i nutrizionisti consigliano sempre un consumo moderato del “cibo degli dei”. 

Leggi tutto l'articolo