Chi salvò i tesori di Montecassino

  · I documenti che attestano il ruolo del generale tedesco Fridolin von Senger und Etterling ·   Tutto sembrava già detto e già scritto Un documento che riguarda il generale tedesco Fridolin von Senger und Etterling che comandava le truppe tedesche nell’area di Montecassino tra la fine del 1943 e l’estate del 1944 dimenticato dalla figlia; il trasferimento in una villa vicina a Spoleto da parte della divisione Hermann Goering di centinaia di casse con le opere d’arte dei Musei napoletani e di altre città italiane, degli scavi di Pompei ed Ercolano, del Tesoro di San Gennaro e del Medagliere di Siracusa, custodite nell’abbazia di Montecassino nonché della biblioteca e degli archivi millenari dall’Abbazia; il furto di decine di tele e bronzi tra i più pregiati inviati nel dicembre 1943 come dono al patrono della divisione per il suo compleanno; una drammatica e intrigante trama che si svolge a Roma tra il Vaticano, gli uffici germanici nella capitale, la direzione generale delle Arti, le abbazie benedettine di San Paolo e Sant’Anselmo per cercare di capire prima dove il tesoro di Montecassino è stato nascosto e poi per trasferire tutto negli ospitali depositi della Città del Vaticano.
Sono questi alcuni elementi di una vicenda di straordinaria rilevanza che, all’interno di una guerra durissima e distruttrice, hanno segnato un periodo drammatico e angoscioso per la sorte di una parte rilevante del patrimonio artistico e culturale d’Italia.
Un altro fronte dietro quello militare, ma non meno complesso, delicato e duro. I misteri dell’Abbazia.
Le verità sul tesoro di Montecassino di Benedetta Gentile e Francesco Bianchini (Firenze, Le Lettere, 2014, pagine 196, euro 14) si muove dentro questo secondo fronte e rimette in discussione elementi ritenuti acquisiti come l’attribuzione al colonnello Julius Schlegel della divisione Hermann Goering del merito di aver salvato dalla distruzione centinaia di opere d’arte depositate dietro le mura dell’abbazia che già contenevano preziose raccolte di manoscritti, documenti, libri.
di Francesco Bianchini

Leggi tutto l'articolo