Chiacchiere 1# Nel quale si narra di un paesino come tanti

C’è un paese, lassù sull’altipiano, messo lì come l’impronta di un gigante.
Fatto tutto di cemento, sembra un labirinto a vederlo dall’alto.
Strade tutte uguali, parallele o perpendicolari.
Sarà perché è nuovo di zecca, avrà dieci anni e dunque, non ci troverete siti archeologici, vecchie chiese da conservare, musei da visitare.
Solo roba nuova, appena usata, poco vissuta.
Il sindaco del paese, un mio amico mi ha detto, è una persona molto accorta e precisa.
Vuole tenere tutto sotto controllo, per paura di qualche tranello, furtarello o ladruncolo che porti via cose dalle case dei suoi concittadini.
Sarebbe un vero peccato rovinare il tranquillo vivere del paese, trasformando la pace in pericolo.
Perciò ha deliberato e disposto che: ad ogni angolo di strada o via o piazza o sosta breve venga montata, installata e fatta funzionare una telecamera di dimensioni ridotte e idrorepellente, atta al monitoraggio (e fateci caso non scrive spionaggio) 24 ore su 24 dell’intera area comunale, al fine di prevenire, impedire, sgominare ogni sorta di illecito o illegale.
Visto, approvato il signor sindaco del paese.
Vi renderete conto dell’assoluta percezione delle cose se il piano dovesse funzionare.
Ma perché ne parlo al condizionale? La cosa già funziona, nel senso che è stata messa in opera, quanto ai risultati…ognuno tragga le sue conclusioni.

Leggi tutto l'articolo