Ci sono diverse buone ragioni per sostenere il governo che sta nascendo: Ma i progressisti devono promuovere la crescita

Ci sono diverse buone ragioni per sostenere il governo che sta nascendo:
– il rispetto della Costituzione e della democrazia parlamentare;
– il rischio che una destra tendenzialmente illiberale stravincesse alle elezioni e portasse l’Italia fuori dalle alleanze europee e atlantiche;
– il difficile contesto economico internazionale;
– l’urgenza di approvare la legge di bilancio.
Tutte queste ragioni hanno spinto il PD a intraprendere la trattativa con il M5S e a far nascere il nuovo governo. Ad assumersi, insomma, una grande responsabilità in nome della stabilità, della crescita e delle istituzioni democratiche.
Ormai il governo è avviato, e sarebbe inutile aprire ancora polemiche. Bisogna guardare avanti. Ma sarebbe anche dannoso dimenticare i dubbi profondi sulla sua nascita che attraversano elettori e militanti. Se vengono rimossi, possono provocare un grave scollamento con la base, rafforzare l’idea della “operazione di palazzo”.
Le buone ragioni per opporsi a questo governo....

Leggi tutto l'articolo