Ciambella ai formaggi con lievito madre

La ricetta di questa buonissima ciambella è tratta dal libro "Tutta la bontà del pane" di Sara Papa.
Volevo riciclare del formaggio avanzato a Natale e la ricetta prevedeva del Pecorino poco stagionato.
Io avevo del Provolone e del formaggio di mucca nostrano ed ho appunto usato questi.
Ho incominciato a realizzare la ricetta al mattino rinfrescando il lievito, quindi come dico sempre, non abbiate fretta quando volete produrre qualcosa di veramente buono e speciale.
Ho aspettato che raddoppiasse, quasi quattro ore e poi ho incominciato con l'impasto vero e proprio.
INGREDIENTI 700 gr.
di farina tipo 1 (io Petra 1) 250 gr.
di Pecorino poco stagionato (io provolone e formaggio di mucca) 300 gr.
di pasta madre rinfrescata o 25 gr.
di lievito di birra 350 gr.
di latte 1 uovo da 50 gr.
120 gr.
di burro a pomata, morbido 1 cucchiaio di malto o di miele 1 cucchiaio di semi di finocchio (io non li ho messi) 10 gr.
di sale 1 tuorlo pepe in grani olio evo latte ESECUZIONE Nella planetaria sciogliere il lievito nel latte tiepido, unire l'uovo intero leggermente sbattuto ed il malto o miele.
Incorporare pian piano la farina setacciata e lavorare a bassa velocità.
Aggiungere il burro in piccole quantità facendo assorbire bene ogni volta prima di unirne dell'altro.
Infine incorporare il sale.
Impastare bene sino ad ottenere una pasta liscia ed elastica.
Formare una palla, trasferirla in una ciotola leggermente unta e coprirla con pellicola da cucina.
Lasciarla in luogo tiepido sino al raddoppio (a me ha impiegato circa 6 ore, se usate lievito di birra ci vorrà molto meno).
Appiattire ora l'impasto ed incorporarvi il formaggio tagliato a piccoli dadini, una macinata di pepe ed i semi di finocchio.
Dividerlo in tre parti uguali e formare dei filoni.
Intrecciarli e porre la treccia ottenuta in uno stampo a ciambella del diametro di 28 cm.
imburrata e ricoperta di carta da forno.
Coprire con pellicola e lasciare lievitare di nuovo sino al raddoppio (io ho fatto lievitare un paio di ore a temperatura ambiente, poi ho trasferito lo stampo in frigorifero e fatto rimanere per la notte intera, al mattino tirato fuori, fatto acclimatare e poi cotto,).
Preriscaldare il forno in funzione statica a 190 gradi e nel frattempo spennellare la superficie del rustico con il tuorlo diluito con un cucchiaio di latte e leggermente salato.
Cuocere per 40-45 minuti.
Ottimo tiepido, squisito anche freddo.
Al prossimo pasticcio, Paola e le torte          

Leggi tutto l'articolo