Ciao Chaz

Eccomi qui, non potevo non scrivere due righe per salutare una persona che con le sue canzoni mi ha fatto compagnia in un periodo buio della mia vita, che in qualche modo ha tirato fuori il mio dolore e la mia rabbia.Era un ormai lontano 2007....
E alla radio suonava quello che sarebbe stato il nuovo successo della band.
La tua splendida voce mi colpì subito, le note, non so di preciso, un sesto senso forse.
Mi sentii subito attratta da quel dolore che si percepiva tra le righe...un dolore che conoscevo benissimo purtroppo...Fu così che scoprii, canzone dopo canzone, come gran parte di quelle parole parlavano un pò di me di quel male che hai dentro e che nessuno potrà mai capire ne alleviare.
Giorno e notte con le cuffiette nelle orecchie a sentire le tue parole, il tuo dolore, il tuo grido di rabbia che in fondo erano anche il mio.Mai avrei immaginato una fine simile 10 anni fa, tu, che per me rappresentavi il simbolo del "ho avuto un infanzia di merda ma ho lottato e sono ancora qua"...

Leggi tutto l'articolo